Corregionali

Anahi Vènica conquista l'Argentina con la sua arte

Anahi Vènica conquista l'Argentina con la sua arte

 
 
 
Radici friulane per l'arte internazionale. È questo il legame di Anahì Vénica col mondo. L'artista che vive in Argentina, nella città di San Francisco in provincia di Cordoba, ha tanti ricordi che la legano alla terra delle sue origini friulane: "La mia famiglia è originaria di Dolegna del Collio. Il mio bisnonno Antonio è venuto in Argentina nel 1878. Partito dal porto di Genova, approdò in una terra di immigrazione e colonizzazione: l'Argentina, precisamente ad Avellaneda dove vasti territori agricoli furono occupati e la principale attività era lavorare la terra".
Anahì Vénica è un'artista poliedrica con una sensibilità molto profonda verso tutto ciò che la circonda. Eredità biologica, visto che il papà Biardo Venica, ingegnere edile, con una forte vocazione per l'architettura, era appassionato d'arte. L'artista si interessa alla composizione plastica tra linee e figure e si definisce "un'inventrice di immagini". "Ogni lavoro ha un proprio universo – sottolinea - e arte per me è sinonimo di esplorazione. Nel mio percorso professionale ho utilizzato acrilici, inchiostri e grafite. Supporti in tessuto, legno e carta".
Tanti i riconoscimenti pervenuti ad Anahì Vénica nel corso della sua carriera, tra questi ricordiamo il premio Adquisizione Boca Juniors - Sala Nazionale Benito Quinquela Martín di Buenos Aires.
Anahì sta realizzando in questo periodo una nuova opera che sarà presentata in agosto, in occasione dell'inaugurazione di un nuovo Centro Culturale nella città di San Francisco. Inoltre in settembre parteciperà alla celebrazione del cinquantesimo del Centro friulano di Colonia Caroya, città che raggruppa una numerosa comunità di origini friulane.
Paola Del Degan