Corregionali

Giorgio, medico da Trieste all'Africa, per aiutare i bambini

Giorgio, medico da Trieste all'Africa, per aiutare i bambini

 
 
In Africa lavora ormai da anni un medico triestino, Giorgio Cusati, impegnato al Bedford Hospital di Mthatha come ortopedico, nella regione che ha dato i natali a Mandela. Un professionista ma anche una persona di gran cuore, che alterna l'ambulatorio a iniziative di solidarietà.
 "Dopo essermi laureato in medicina a Trieste nel 1978 ho lavorato al Sanatorio come assistente per tre anni. Poi mi sono specializzato in medicina subacquea e iperbarica a Chieti e ho continuato a lavorare a Trieste. Viaggiando ho conosciuto il Sud Africa e ho deciso di trasferirmi". Stanco della realtà triestina, decide per il grande salto, con coraggio.  "Mi sono presentato al ministro della Sanità locale in Sud Africa e il giorno dopo ho iniziato come Medical Officer per le malattie polmonari dell’ospedale di Mthatha, nel Transkey. Dopo otto anni ho chiesto il trasferimento in Ortopedia e dal 1999 lavoro in questo reparto, che è l’unico di ortopedia del Transkey, la regione dove Mandela è nato". Cusati organizza anche iniziative benefiche, dedicate in particolare ai bambini, anche con eventi promossi a Trieste, ed è benvoluto dalla comunità africana fin dal suo arrivo. 
Il lavoro lo appassiona e lo coinvolge, anche dal punto di vista umano, e dopo tanti anni continua ancora a farlo con grande entusiasmo e dedizione. 
Micol Brusaferri