Corregionali

La storia di Aleš Ukmar

La storia di Aleš Ukmar

 
 
"Cos'è la sicurezza economica senza la sicurezza e confidenza personale? La stabilità di un lavoro fisso mi stava ponendo dei limiti, rinchiudendomi in una scatola senza possibilità di espandere e maturare come persona.“  Aleš Ukmar è un ragazzo di 29 anni, nato e cresciuto a Kontovel-Contovello. A Trieste aveva un buon lavoro con contratto a tempo indeterminato che però gli stava stretto. “Un giorno ho deciso di mollare tutto. L'intenzione era di dare una svolta alla mia vita e di trasformare la mia passione, che è la cucina, nella mia professione. La passione per la cucina e il buon cibo mi è stata tramandata da mio padre che è un cuoco eccezionale e pieno di talento. Ho comprato un volo di sola andata per Bangkok e sono partito con una buona dose di ingenuità e spirito naif, una conoscenza scarsa della lingua inglese ma con tanta determinazione.” In Asia Aleš ha viaggiato e lavorato nel campo della ristorazione e dopo aver conosciuto la sua attuale ragazza ha deciso di spostarsi insieme a lei in Nuova Zelanda. “Una terra che sognavo di visitare da tempo. Sentire i racconti della mia ragazza che è danese ma è cresciuta in Nuova Zelanda ha soltanto rafforzato la mia idea di voler esplorare questo posto magico. In più era un ottimo banco di prova per testare le mie nuove capacità da cuoco acquisite nel sud-est asiatico, anche perché ero a conoscenza che la cucina asiatica è molto in voga da quelle parti.” Oggi Aleš vive in Danimarca a Copenaghen dove continua a coltivare la sua passione per la cucina sia a livello pratico che teorico. “Qui ho ripreso a studiare per avere l'opportunità di assemblare tutte le mie esperienze in una sola professione. Viaggi e gastronomia sono due cose che vanno a braccetto ma bisogna essere preparati ed è per questo che sto frequentando un corso universitario in “Hospitality and Tourism Management”. Metà giornata la passo sui libri mentre l'altra metà nel ristorante dove lavoro. Vivere in Danimarca costa molto, per questo mi sono inventato un altro metodo per arrotondare. Ho cominciato a dare lezioni di cucina a domicilio. In sostanza insegno come fare tortellini, ravioli e pasta ripiena. Ho chiamato questa attività “Pasta lessons and shipping wine”. Le lezioni consistono in classi dove si impara a fare la pasta abbinandovi i vini giusti. Insomma di tempo libero ne ho veramente poco ma ne sta valendo la pena!”