Corregionali

Melina Cervesato: “Le mie borse un omaggio alle origini friulane”

Melina Cervesato: “Le mie borse un omaggio alle origini friulane”

L’amore per le origini Melina Cervesato le indossa ogni giorno sottobraccio.  Esperta di marketing, con esperienze pluriennali in diverse multinazionali, è diventata imprenditrice e ha creato una linea di borse con alcuni nomi di paesi friulani e veneti, regioni che hanno dato i natali ai nonni emigrati in Belgio. 
Due anni fa ha fondato assieme al marito Alexandre e altri due soci l’azienda “YouFashion” e un proprio marchio, “Melina C”. Borse a tracolla e a spalla, portamonete e portafogli tassativamente realizzati a mano da 40 artigiani italiani della zona di Noale. I prodotti, acquistabili on line, in alcuni punti vendita e direttamente a casa tramite atelier personalizzati.
Melina dai 9 mesi ai 14 anni ha vissuto in giro per il mondo: Zaire, Niger, Svizzera, Italia, Somalia. Il padre Michele ha alle spalle una carriera come ingegnere agronomo per la FAO (Food & Agriculture Organization, Nazione Unite) dove gestiva progetti di sviluppo internazionale.  Ha lavorato per l’Unione Europea e poi ha aperto una propria azienda a Bruxelles, la Transtec, che si occupa di consulenza internazionale.  Mamma Josette ha sempre seguito il marito e le figlie, Melina e Tiziana (che oggi vive negli Stati Uniti), in tutti gli spostamenti. “Ho imparato l’italiano in Somalia – specifica Melina – nella scuola statale italiana di Mogadiscio. Avevamo la doppia nazionalità e dovevamo scegliere tra la scuola italiana o americana. Così ho frequentato le elementari e le medie imparando l’italiano. Fare tutte queste esperienze internazionali mi ha aiutata ad aprire la mente ed ho imparato moltissime cose, il lato negativo era dover ricominciare tutto daccapo a ogni trasloco”.
Il legame con il Friuli è molto forte: “Ho visto quanto facilmente si possono perdere le radici. Conosco tante persone che non parlano più la lingua dei loro genitori emigrati in Belgio e ignorano la cultura da cui provengono. Io ho sentito la spinta inversa, quella di conoscere la terra delle origini. Il passato serve anche per muoversi nel presente e nel futuro. Spero di contribuire, anche con il mio lavoro, a far apprezzare una terra splendida come il Friuli, così poco nota”.
“Melina C è una linea che viene distribuita in alcuni negozi del Belgio – specifica Melina - ma siamo pronti per aprire ad altri mercati. Da giugno partiremo in Giappone, poi Francia e Stati Uniti. Stiamo lavorando alla rete di distribuzione.  Sto cercando contatti anche per poterle distribuire nel mio amato Friuli”.
Il consiglio di Melina Cervesato ai giovani imprenditori è quello di non arrendersi di fronte alle sconfitte, parte integrante del percorso professionale di un imprenditore: “Quando fallisci c’è sempre una ragione e gli ostacoli servono per rialzarsi e ripartire più forti di prima. L’importante è credere nel prodotto e, soprattutto, nel proprio sogno”.  
Paola Del Degan