Corregionali

Mitja, pneumologo, da Basovizza a Parigi

Mitja, pneumologo, da Basovizza a Parigi

 
Mitja Jevnikar è un ragazzo di 33 anni, nato a San Giovanni e cresciuto a Basovizza. Dopo aver frequentato il liceo scientifico Prešeren ha deciso di continuare con la tradizione familiare e di iscriversi al corso di laurea in medicina a Trieste. La specializzazione in pneumologia invece l'ha conseguita all'università di Modena. “Durante la specializzazione ho deciso di passare un anno all’estero - racconta - per approfondire argomenti che mi interessavano. A Parigi c'era un centro conosciuto a livello mondiale per lo studio di una particolare patologia polmonare e quando mi hanno proposto di trasferirmi nella capitale francese non ci ho pensato due volte.” La scelta di volare a Parigi ha cambiato per sempre la vita di Mitja, anche perché è proprio lì che ha conosciuto Laure. “Una sera ad una festa ho incontrato una ragazza francese di origini armene, che oggi è mia moglie ma è anche la madre di mio figlio Martin!” Dopo un breve ritorno a Trieste Mitja, Laure e il piccolo Martin hanno deciso di trasferirsi in pianta stabile in Francia. “Da qualche mese lavoro in un reparto di pneumologia molto grande, che è anche centro nazionale per l'ipertensione polmonare. Il sistema sanitario francese assomiglia a quello italiano ma è senza dubbio più organizzato e centralizzato, molto regolamentato, e gli ospedali ben gestiti. Forse l'unico aspetto negativo è il fatto che alcuni settori della medicina francese stanno diventando privati e difficilmente si riuscirà ad integrare i due sistemi.”
Parigi però non è solo studio e lavoro. “La città offre molto di più - sottolinea - anche se è un po' cara. E' ben organizzata, divertente, piccola e grande allo stesso tempo. Direi che ti permette di trovare lo stile di vita che cerchi, qualsiasi esso sia. Forse però un piccolo difetto ce l'ha: per me che vengo dal Carso, non poter entrare in contatto con la natura selvaggia è una problema non indifferente”.
Rajko Dolhar