Corregionali

 Un nuovo locale a New York tra gli obiettivi dello chef triestino Dennis Petronio

Un nuovo locale a New York tra gli obiettivi dello chef triestino Dennis Petronio

 
 
Il triestino Dennis Petronio, dopo una carriera da chef a New York, dove lavora di dieci anni, ora si occupa principalmente di eventi privati, in tutti gli States. 
"La svolta - racconta -  è accaduta nel 2009, quando un amico, grande chef, mi propose di venire a fare il suo secondo in una compagnia italiana che stava aprendo nuovi ristoranti in Manhattan. Dopo un anno ero chef al Tarallucci e Vino, in una zona dove vivono tantissimi attori. Lì ne ho visti tanti entrare, alcuni anche quotidianamente e con Matt Dillon, che mangiava regolarmente da noi, sono anche diventato amico, parlando con lui ogni giorno".
Dalla cucina l'obiettivo al momento si è spostato verso lo spirito imprenditoriale. "Ora non lavoro più in un ristorante a tempo pieno, ma in una scuola privata di cucina, inoltre sono chef privato e vengo chiamato per eventi e fiere enogastronomiche in tutti gli Stati Uniti. Mi occupo anche di consulenze varie, che comprendono anche il settore dei vino, che seguo da tempo. Comunque per me la cucina è importantissima, anche se anno dopo anno  mi sento più un ristoratore che uno chef, e proprio questa strada  è quella che voglio seguire per il mio futuro. Sto lavorando con alcuni esperti del settore da qualche settimana per aprire il nostro ristorantino a Williamsburg, con alcuni investitori dell’ambiente locale, con i quali già collaboro da tempo. Stiamo organizzando una sorta di trattoria dove saranno proposti sapori autentici italiani. Il mio ruolo sarà quello di collante tra sala e cucina, conoscendo ormai bene i gusti dei newyorchesi. L’obiettivo – conclude – è di inaugurarlo a fine estate". 
Micol Brusaferro