FVG

Giorno del Ricordo a Trieste
15Feb

Giorno del Ricordo a Trieste

 
Si è svolta domenica 10 febbraio l'annuale Cerimonia solenne alla Foiba di Basovizza, sul Carso Triestino, evento centrale di un ampio programma di manifestazioni e iniziative commemorative, culturali e di approfondimento storico curato dal Comune di Trieste e dal Comitato per i Martiri delle Foibe in occasione del Giorno del Ricordo. In precedenza, analoga cerimonia si è tenuta alla Foiba di Monrupino.
La cerimonia solenne ha visto quest'anno la presenza di importanti esponenti del Governo, della politica nazionale e delle istituzioni europee, tra i quali il Ministro dell'Interno e Viceprimoministro Matteo Salvini e il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani. La cerimonia è stata aperta, come di rito, dall'ingresso sulla spianata della Foiba dei Medaglieri delle Associazioni d'Arma e dei Gonfaloni dei Comuni, in primis quelli di Trieste e Muggia, seguito dall'Alzabandiera sulle note dell'Inno di Mameli e dalla deposizione di corone commemorative da parte del Presidente Tajani, del Ministro Salvini e quindi dei vertici delle Istituzioni locali (Regione con il Presidente Massimiliano Fedriga, Prefettura con il Commissario del Governo prefetto Valerio Valente, Comune di Trieste con il Sindaco Roberto Dipiazza) e delle associazioni dell'Esodo istriano-giuliano-dalmata (Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia, Unione degli Istriani, Associazione delle Comunità Istriane). 
E' seguita la Santa Messa officiata dall'Arcivescovo mons. Giampaolo Crepaldi che, nell'omelia, ha sottolineato in particolare la fondamentale importanza dei valori di giustizia, amore e libertà, rispetto ai quali “un'ideologia che prometteva il paradiso portò invece l'inferno”.
Alla lettura della Preghiera per gli Infoibati, scritta dall'allora Arcivescovo di Trieste e Capodistria mons. Antonio Santin, e di una serie di poesie e riflessioni sul tema lette dai giovani studenti presenti, hanno fatto seguito i discorsi delle autorità presenti.